OnePlus, OnePlus 10, OnePlus 10 Pro, render, CAD, dummy

La famiglia OnePlus 10 rappresenterà il primo grande evento dopo la fusione con OPPO. Considerando l’importanza di questo debutto, ci aspettiamo che l’azienda cinese voglia fare le cose in grande e mostrare una serie di device assolutamente indimenticabili.

Ecco quindi che le aspettative sui device sono altissime ed in particolare sulla variante Pro, quella che rappresenterà il vero top di gamma. Grazie alle ultime indiscrezioni di Digital Chat Station, possiamo scoprire in anteprima quella che sarà la scheda tecnica del device.

OnePlus 10 Pro sarà caratterizzato da un display LTPO AMOLED da 6.7 pollici con supporto al refresh rate a 120Hz. Il pannello includerà anche un punch hole che ospiterà la fotocamera frontale da 32 megapixel.

 

Le informazioni su OnePlus 10 Pro permettono di definire quale sarà la dotazione hardware del device

Per quanto riguarda il comparto fotografico, ci aspettiamo una configurazione tripla con un’ottica principale da 48MP. A supporto ci sarà anche un sensore ultrawide da 50MP e un teleobiettivo da 8MP con zoom ottico a 3x.

Nonostante queste caratteristiche possano sembrare molto simili a quelle della generazione precedente, OnePlus 10 Pro avrà alcune novità tecniche molto importanti. Infatti, ci aspettiamo il supporto alla ricarica rapida a 80W, un bel passo in avanti rispetto ai 65W della serie precedente. Sarà supportata anche la ricarica rapida wireless a 50W per permettere ali utenti di scegliere la propria modalità preferita.

Inoltre, il device potrà contare sulla potenza sviluppata dal SoC Qualcomm Snapdragon 8 Gen 1. Al momento non è chiaro l’ammontare di memoria RAM disponibile ma ci aspettiamo almeno 8/12GB e 256/512GB di memoria interna.

A completare la dotazione tecnica, il produttore cinese lancerà la serie di device con la nuova versione di ColorOS basata su Android 12. OnePlus 10 sarà il primo device ad utilizzare questa soluzione software.

Il debutto ufficiale non è ancora stato confermato, ma ci aspettiamo che possa avvenire a breve. Il periodo indicato dalle precedenti indiscrezioni si aggira tra gennaio e febbraio del prossimo anno.