windows-11-addio-windows-media-player-alternativa

Microsoft ha creato una nuova app di riproduzione multimediale per Windows 11 per sostituire sia Windows Media Player, che non è cambiato molto dal 2009, sia l’app Groove Music. I Windows Insider possono iniziare a testare il Media Player per Windows 11 già da ora.

L’app è progettata sia per la riproduzione di musica che per i video. Se in passato utilizzavi l’app Groove Music per gestire la tua libreria di brani, anche dopo che Microsoft ha interrotto i servizi Groove Music nel 2017, sarai in grado di aggiornarlo al nuovo Media Player. La tua libreria e le playlist verranno migrate automaticamente, come osserva Gizmodo.

Windows 11: la nuova app è disponibile per gli Insider

Microsoft afferma che gli utenti saranno in grado di sfogliare rapidamente la propria libreria per trovare ciò che desiderano ascoltare e creare e gestire playlist. Durante la riproduzione, vedrai le copertine degli album e ‘ricche immagini dell’artista’ sia in modalità a schermo intero che mini-player. L’app aggiungerà anche file dalle cartelle di musica e video del tuo PC. Attraverso le impostazioni, gli utenti possono indicare a Media Player dove altro cercare cose da portare nella libreria.

Ci sono anche opzioni incentrate sull’accessibilità nell’app. Microsoft afferma che questi includono ‘scorciatoie da tastiera migliorate e supporto per i tasti di accesso per gli utenti da tastiera e con altre tecnologie.

Media Player ha attualmente un paio di problemi, nota Microsoft, inclusi quelli che influenzano la riproduzione da alcune posizioni di rete, la modifica dei metadati dell’album e il contenuto della libreria con caratteri accentati. Potrai ancora accedere alla vecchia versione di Windows Media Player tramite Strumenti di Windows.

Ovviamente, il design di Media Player riflette l’estetica pulita di Windows 11. L’app ha un bell’aspetto ed è la ciliegina sulla torta di una lunga e tanto attesa revisione di Windows Media Player. È un po’ un peccato che Microsoft abbia scelto un nome così noioso per la nuova app, ma almeno gli utenti non dovrebbero essere confusi su ciò che fa.