IPTV: DAZN e Sky truffate per milioni di euro, ecco 1800 utenti beccati a Varese

La pirateria sta pian piano costituendo un punto fondamentale nel mondo pay TV per gli utenti, i quali infatti non sanno a cosa vanno incontro. Si tratta di un metodo di trasmissione, quello IPTV, fortemente rischioso dal momento che potrebbe essere intercettato dalla Guardia di Finanza. Le fiamme gialle stanno lavorando tanto sul territorio italiano per sgominare tutte le piattaforme esistenti, in modo da rendere la vita più semplice ai grandi licenziatari che ormai soffrono da tempo questa situazione.

L’uso delle VPN ha contribuito alla crescita di questi servizi. Sfruttata in modo legale, una VPN è un servizio consigliatissimo e facile da usare essendo protetti in rete, e che se usato con i più noti servizi di streaming (Netflix, Amazon Prime Video) da accesso a cataloghi più vasti. NordVPN, la migliore VPN attuale, offre un ottimo servizio ed è in offerta con un prezzo scontatissimo.

 

IPTV: beccati 1800 utenti in provincia di Varese, saranno tutti multati

Avrebbe dell’incredibile la vicenda che sarebbe stata raccontata in questi giorni dai principali organi di informazione. A Varese sarebbero stati infatti beccate ben 1800 persone all’interno di una rete pirata gestita da un uomo di settant’anni del posto. Ora tutti saranno sanzionati con una multa che partirà da almeno 1000 €.

Il susseguirsi di azioni di contrasto sempre più frequenti ed efficaci sono il risultato della stretta collaborazione tra industria e forze dell’ordine, a cui vanno i nostri ringraziamenti per l’impegno nella lotta ad un fenomeno criminale che danneggia l’intera industria sportiva, dallo sport amatoriale, agli appassionati, fino ai detentori dei diritti e i broadcaster, distruggendo posti di lavoro e creatività“.