BMW, Crisi dei Chip, semiconduttori,

La Crisi dei Chip sta continuando a danneggiare il settore automotive. A causa della carenza di componenti elettroniche fondamentali per gestire tutte le funzioni di bordo, produttori del calibro di BMW si trovano a dover prendere decisioni drastiche.

Il brand tedesco ha deciso di rimuovere il supporto al touchscreen sui propri modelli al fine di evitare il blocco completo della produzione. Purtroppo, questa decisione riguarderà gran parte delle serie di vetture prodotte. Come emerge da un nuovo report, i display privi del touchscreen per il sistema di infotainment saranno montati su:

  • Serie 3,
  • Serie 4 Coupé, Convertibile e Gran Coupé (esclusa la i4)
  • X5
  • X6
  • X7
  • Z4

 

BMW rimuove il supporto al touchscreen dai propri modelli a causa della Crisi dei Chip

Purtroppo, la casa bavarese non ha indicato se questa decisione riguarderà l’intera produzione o solo alcuni mercati selezionati. Inoltre, non ci sono informazioni su quando le cose potrebbero tornare alla normalità e i veicoli riguadagnare tutte le funzionalità.

Non potendo più contare sul supporoto al touchscreen, gli utenti BMW dovranno utilizzare il comando iDrive Controller installato sul tunnel centrale o i comandi vocali. Inoltre, verrà meno anche la funzionalità  Reversing Assistant, un sistema automatizzato che permette di gestire meglio le fasi di entrata ed uscita da un parcheggio.

BMW ha provato a rassicurare i propri utenti confermando di star lavorando sodo per cercare una soluzione alla Crisi dei Chip. La casa Bavarese è in contatto diretto con i propri fornitori per gestire al meglio i semiconduttori sempre più rari e ricercati.

Inoltre, per rimborsare gli utenti del disagio, l’azienda offrirà uno sconto di 500 dollari sull’acquisto del veicolo. In questo modo BMW spera di incentivare gli utenti a proseguire con l’acquisto anche con alcune feature assenti. Fortunatamente, questa decisione non andrà ad influire sul supporto ad Android Auto e Apple CarPlay.