Gli esperti del mondi Apple sostengono che l’azienda di Cupertino si sta preparando ad un 2022 veramente eccezionale. L’azienda della Mela sta lavorando per presentare tantissimi nuovi device tra cui anche la nuova generazione di MacBook Air. I laptop saranno caratterizzati da alcune feature uniche ma anche da alcuni elementi che permetteranno di unificare le varie linee di prodotti realizzati dall’azienda.

Basandosi sulle indiscrezioni emerse in queste ore, i nuovi MacBook Air saranno caratterizzati da un design estremamente sottile ma che ricorderà quello visto sui MacBook Pro appena presentati. Ecco quindi che i designer Jon Prosser e Ian Zelbo hanno provato ad immaginare le forme del laptop che sarà presentato il prossimo anno.

Grazie al nuovo display realizzato utilizzando la tecnologia mini-LED sarà possibile ridurre ulteriormente i bordi e guadagnare qualche pollice in più come ampiezza generale. Inoltre, Apple potrebbe introdurre il notch su tutti i laptop di nuova generazione, quindi anche i render di MacBook Air sono stati realizzati con la tacca nella parte superiore del display.

 

Il MacBook Air 2022 è stato immaginato in alcuni render molto dettagliati

Apple inoltre introdurrà la colorazione bianca per i bordi del display. Si tratta di una scelta che riprende quanto fatto dall’azienda di Cupertino fino al 2010 con la linea MacBook che utilizzava una scocca in policarbonato. I designer inoltre hanno immaginato il supporto ad alcune feature dei MacBook Pro appena presentati come la tecnologia di ricarica MagSafe.

Sulla scocca del device saranno presenti due porte Thunderbolt 4, porte USB Type C e il jack audio da 3,5mm. Per quanto riguarda la tastiera, ci aspettiamo il una versione ridotta della classica tastiera Apple a causa delle dimensioni contenute in termini di spessore. Il cuore del MacBook Air 2022 sarà il SoC Apple Silicon M2, versione evoluta del processore M1 presentato lo scorso anno.

Le voci di corridoio indicano che il processore garantirà prestazioni maggiori ma non sarà in grado di arrivare alla potenza offerta dal SoC M1 Max equipaggiato sui MacBook Pro. In attesa di scoprire maggiori dettagli in merito, i due designer hanno ribadito di aver lavorato basandosi su un prototipo e che la versione definitiva potrebbe differire dal loro design.