covid

L’Organizzazione mondiale della sanità ha affermato che la scorsa settimana c’è stato un aumento del 7% dei nuovi casi di coronavirus in Europa, l’unico continente al mondo in cui i casi sono aumentati, e ha affermato che l’assorbimento irregolare del vaccino rappresenta una minaccia per la comunita’ intera.

Nella sua valutazione settimanale della pandemia, l’agenzia sanitaria delle Nazioni Unite ha affermato che ci sono stati circa 2,7 milioni di nuovi casi di COVID-19 e oltre 46.000 decessi la scorsa settimana in tutto il mondo, simili ai numeri riportati la settimana precedente.

L’OMS ha affermato che le due regioni con i più alti tassi di incidenza di COVID-19 sono l’Europa e le Americhe. A livello globale, gli Stati Uniti hanno riportato il maggior numero di nuovi casi, oltre 580.000, che rappresentano ancora un calo dell’11%.

Gran Bretagna, Russia e Turchia hanno rappresentato la maggior parte dei casi in Europa.

Il calo maggiore dei casi di COVID-19 è stato osservato in Africa e nel Pacifico occidentale, dove le infezioni sono diminuite rispettivamente di circa il 18% e il 16%. Anche il numero di decessi in Africa è diminuito di circa un quarto, nonostante la terribile carenza di vaccini nel continente.

Ma per la terza settimana consecutiva, i casi di coronavirus sono aumentati in Europa, con circa 1,3 milioni di nuovi casi. Più della metà dei paesi della regione ha riportato un aumento del numero di contagiati, ha affermato l’OMS. Gran Bretagna e Russia hanno riportato rispettivamente un aumento del 15% di nuovi casi.

Bisogna affrettare le vaccinazioni

In una dichiarazione mercoledì, l’ufficio europeo dell’OMS ha affermato che 1 miliardo di vaccini contro il coronavirus sono stati somministrati in tutto il continente e ha descritto l’assorbimento irregolare del vaccino come “il più grande nemico della regione nella lotta contro il COVID-19”.

La scorsa settimana, la Russia ha ripetutamente battuto nuovi record giornalieri per i casi  e il numero di infezioni nel Regno Unito è salito a livelli che non si vedevano da metà luglio.

Mercoledì il presidente russo Vladimir Putin ha sostenuto una proposta del governo per mantenere i lavoratori russi a casa per una settimana nel tentativo di arginare la diffusione del virus.

I funzionari russi hanno lottato per vaccinare la popolazione, ma a causa dello scetticismo sui vaccini, solo il 32% circa delle persone è stato immunizzato nonostante la disponibilità del vaccino Sputnik V.

Sebbene il capo del servizio sanitario nazionale britannico abbia esortato il governo a introdurre protocolli COVID-19 più severi, compreso l’uso di maschere e la vaccinazione più rapida dei bambini, i politici finora hanno esitato.