Covid: cinema e teatri verso il 75-80% della capienza, valutazioni sulle discoteche

Sembra che improvvisamente possa esserci una svolta per quanto riguarda la capienza di teatri e cinema. Il Covid resta stabile, ma a quanto pare i dati potrebbero portare all’aumento delle persone in sala. Il 30 settembre ci saranno quindi delle valutazioni per capire se procedere con l’aumento della capienza per arrivare e poi nelle prossime settimane all’obiettivo del 100%.

Alla fine del mese quindi ci potranno essere anche altre valutazioni, i quali potrebbero includere le discoteche.

 

Cinema e teatri in aumento capienza: le parole degli “addetti ai lavori”

Queste le parole del sottosegretario alla Salute Andrea Costa a ‘Un giorno da pecora’:

Il governo ha preso un impegno preciso e il 30 settembre ci sarà una valutazione: credo che ci saranno le condizioni per procedere a un ampiamento delle capienze per teatri e cinema. Credo ci possa essere una tappa intermedia sull’aumento che può prevedere un 75-80% per poi guardare nelle prossime settimane all’obiettivo del 100%. Nella valutazione a fine mese potranno essere incluse anche le discoteche cui daremo una risposta: importante è creare condizioni per riaprile e si può anche iniziare – ha detto – con una capienza del 75% col green pass“.

Queste le dichiarazioni del capogruppo di FdI in commissione Cultura, Federico Mollicone:

E’ necessario revisionare i parametri di capienza delle sale dei teatri e dei cinema, cosi’ come delle manifestazioni all’aperto come negli stadi, garantendo il massimo della capienza, in sicurezza, mantenendo un adeguato flusso economico di ristoro delle perdite subite a causa delle misure governative di contrasto al coronavirus. Abbiamo presentato un ordine del giorno in Aula e sfidiamo il governo all’approvazione. Franceschini ascolti il grido delle categorie“.