Covid, allerta farmaco Parvulan: l'antivirale usato al posto del vaccino è pericoloso

Parvulan. Questo è il nome del farmaco illegale in Italia che qualcuno avrebbe pensato di utilizzare sostituendolo al vaccino contro il Covid. L’Aifa mette tutti in guardia: il farmaco potrebbe essere pericoloso in quanto non autorizzato e dedicato alla cura del cosiddetto “fuoco di Sant’Antonio”.

L’utilizzo del medicinale nella profilassi del Sars-CoV-2  non è sostenuto dalle benché minime evidenze di efficacia e sicurezza ed è un potenziale pericolo per la salute delle persone a motivo, oltre che del profilo di sicurezza quantomeno incerto, anche dell’ingiustificato senso di protezione che il trattamento potrebbe generare a dispetto della mancanza di un’efficacia documentata“.

 

Aifa, diffidare dalle soluzioni ufficiali

Sulla base delle comunicazioni e delle richieste pervenute da parte dei pazienti, ivi incluse quelle riguardanti le tipologie di vaccino considerate valide ai fini del rilascio del green pass vaccinale, è stato possibile rilevare un utilizzo del medicinale diverso da quello dichiarato nella richiesta di importazione: il Parvulan risulterebbe essere proposto fuori indicazioni (off label, quindi al di fuori dei vincoli previsti nel citato Dm 11/2/97) come terapia per la prevenzione del Covid-19, in alternativa ai vaccini autorizzati“.

Detto questo, l’agenzia richiede dunque che i cittadini utilizzino attenzione e che valutino tutti i rischi che sono legati all’assunzione di medicine non autorizzate e non brevettate in merito al Covid. Il popolo è dunque invitato a “diffidare di ogni soluzione alternativa ai vaccini ufficiali, ovvero di ogni vaccino o medicinale che non sia stato sottoposto alle necessarie verifiche da parte delle autorità preposte, e che come tale può rappresentare un rischio per la salute in quanto privo di ogni garanzia rispetto alla reale efficacia nella prevenzione del Covid-19