blank

Postepay rappresenta lo strumento di pagamento di gran lunga più apprezzato e più utilizzato dagli italiani. Se Poste Italiane garantisce agli utenti un ottimo servizio di protezione e di sicurezza, tante persone che hanno la carta di credito ricaricabile potrebbero essere minacciate dai tentativi di phishing con mail fasulle e SMS, messi in atto da una serie di malintenzionati in rete.

 

Postepay e le comunicazioni fake: occhio alle truffe

Come evidenziato anche nel corso delle precedenti settimane, i clienti con la Postepay devono tenere gli occhi ben aperti nella lettura degli SMS e delle mail spam. Ancora oggi, infatti, circolano comunicazioni aventi come oggetto temi dal grande impatto. I cybercriminali cercano di attrarre l’attenzione del pubblico con messaggi che preannunciano una chiusura improvvisa del conto o con la fatturazione di spese non reali.

Sfruttando l’interesse del pubblico, i malintenzionati riescono ad indirizzare i lettori su un link su cui cliccare. Chi sceglie di cliccare il link in allegato al messaggio si espone ad una serie di potenziali pericoli. I cybercriminali infatti riescono ad accedere ai dati personali delle vittime con istantaneità. Nella peggiore delle ipotesi, gli utenti Postepay potrebbero mettere in questo modo seriamente a rischio i loro risparmi.

Per difendersi da questi tentativi di truffa, gli utenti Postepay devono prestare particolare attenzione ai dettagli di queste comunicazioni. Per le mail, ad esempio, è necessario verificare il dominio. Se questo è speculare a quello Poste Italiane, la mail sarà attendibile. Per gli SMS, invece, ci si può affidare ai canali assistenza ufficiali di Postepay.