Prima della pandemia la distanza di interazione per Pokéstop e Palestre in Pokémon Go era di 40 metri e dopo l’emergenza sanitaria Niantic la ha portata a 80 metri per motivi di sicurezza.

All’inizio di questo mese lo sviluppatore ha nuovamente portato tale distanza a 40 metri negli Stati Uniti e in Nuova Zelanda, sollevando il malcontento tra i fan che hanno iniziato a boicottare il gioco. Ecco i dettagli.

 

Pokemon Go: ripristinata la distanza di sicurezza

Niantic ha affrontato la questione e ieri ha annunciato che sta aumentando in modo permanente la distanza di interazione per Pokéstop e Palestre nel mondo reale, la quale tornerà a essere di 80 metri come all’inizio della pandemia.

Tuttavia ci sono degli altri cambiamenti che per ora sono attivi solo negli Stati Uniti. L’incenso utilizzato per attirare i Pokemon selvaggi sarà meno efficace se il giocatore non si muove, proprio come avveniva prima dell’inizio della pandemia, inoltre le modifiche alla frequenza dei regali dei Pokémon amici sono bloccate.

Niantic ha dunque deciso di adattarsi alle esigenze dei suoi giocatori, aumentando la distanza di interazione come primo passo. Per gli altri cambiamenti bisognerà attendere il 1° settembre. Questo mese la società ha annunciato la data di uscita di Pokémon Unite su Android e iOS.