Pfizer, il Covid e l'effetto sulla variante Delta dopo il vaccino

Pfizer e AstraZeneca sono certamente i vaccini più chiacchierati di tutti visto che sono anche quelli più somministrati in giro per il mondo. L’unico modo per vedere la luce sembra passare attraverso le due vaccinazioni più famose, le quali infatti sono state inoculate a tantissime persone.

Tutti però si chiedono che efficacia abbiano contro la nuova variante Delta del Covid. Sono tanti gli studi che hanno fatto capire come le tue dosi possono bloccare i pericoli di questa nuova minaccia, la quale ormai è diffusa in tutto il mondo. Durante le ultime settimane però a rubare la scena ci avrebbe pensato un nuovo studio inglese che avrebbe rassicurato tutti sull’efficacia delle due dosi dei due vaccini. 

 

Pfizer e AstraZeneca: i due vaccini che ci proteggono dalla nuova variante Delta del Covid

Se qualcuno dovesse ancora nutrire dubbi sull’efficacia dei due vaccini contro la variante, questi possono essere fugati ancora una volta da uno studio inglese.

Quest’ultimo rivela infatti che tutti coloro che ricevono le due dosi di uno dei due vaccini più famosi, sono coperti all’88%.

“Nel complesso, abbiamo riscontrato alti livelli di efficacia del vaccino contro la malattia sintomatica con la variante Delta dopo la somministrazione di due dosi”. Queste le dichiarazioni da parte di chi sta lavorando allo studio.

“Queste stime erano solo leggermente inferiori alla stima dell’efficacia del vaccino contro la variante Alfa. Abbiamo scoperto che la differenza assoluta nell’efficacia del vaccino contro la malattia sintomatica con una dose di vaccino con la variante Delta rispetto alla variante Alfa era di circa 12-19 punti percentuali. Tuttavia, le differenze nell’efficacia del vaccino dopo due dosi erano piccole”.