Wifi-gratis

Per chi non si fosse dimenticato, continua il progetto “Piazza Wifi Italia“, una fantastica idea ideata dal Ministero dello Sviluppo Economico con l’obiettivo di far accedere gratuitamente ad internet a tutti i cittadini presenti in Italia. Questo progetto ha lo scopo di estendere una rete internet gratuita su tutto il territorio nazionale, in modo semplice e gratuito.

Per tutti i comuni e citta‘ che vogliono aderire a questo grande progetto, si puo’ fare la richiesta direttamente online sulla piattaforma web wifi.italia.it.

Il servizio e’ gia’ attivo per questi comuni

I comuni che hanno deciso di aderire a questa proposta nazionale ormai sono diventati piu’ di 100, ognuno di loro inoltre puo’ gia’ accedere a queste funzionalita’ tramite l’app dedicata, a una rete wifi libera e diffusa su tutto il territorio nazionale.

Il progetto ha iniziato i lavori per la prima volta nel febbraio del 2019, con 45 milioni di euro di nuovi finanziamenti messi a disposizione dallo stato. All’inizio, il progetto nacque con un budget di 8 milioni, e man mano si e’ allargato anche ai  Comuni colpiti dal sisma del 2016 in Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria. Nonostante questo, si cerca di dare la priorita’ ai Comuni con popolazione inferiore a 2000 abitanti per facilitare i lavori.

I lavori per il completamento del progetto comunque sono ancora molti, e per procedere in maniera spedita e’ stato rilasciato sulla Gazzetta Ufficiale e sul sito Infratel il bando di gara per quanto riguarda l’accettazione per la fornitura, l’installazione e l’esecuzione dei servizi di gestione, oltre che alla manutenzione della rete.

Piazza WiFi Italia è un progetto strategico fortemente voluto dal Ministro Luigi Di Maio per sostenere lo sforzo di digitalizzazione del Paese attraverso la fornitura di connessioni libere e gratuite a partire dalle comunità più piccole. Con la pubblicazione del bando di oggi diamo ulteriore impulso al progetto che ha già visto in pochi mesi 100 comuni collegati ed ha riscosso un grande interesse in tutto il Paese”, questa e’ la citazione del Consigliere Giuridico per le Comunicazioni e l’Innovazione digitale riguardo la situazione attuale.