HarmonyOS, Huawei, P50, P50 Pro, Qualcomm, Snapdragon 888,

In queste ore, Huawei ha presentato ufficialmente i nuovi P50 e P50 Pro. La nuova serie di flagship è stata finalmente svelata nonostante i notevoli ritardi e le difficoltà produttive del brand cinese.

Previsti per i primi mesi dell’anno, i nuovi P50 sono arrivati solo ad agosto. Ad influire su questi ritardi ha pesato certamente sia la crisi dei chip che il Ban imposto dagli Stati Uniti. Le ripercussioni del Ban si notano immediatamente considerando che i nuovi flagship Huawei sono compatibili esclusivamente con le reti 4G.

Infatti, per aggirare il problema della carenza di componenti, Huawei ha scelto di montare il SoC Snapdragon 888 sul P50. La deroga ottenuta dal produttore e da Qualcomm però ha imposto l’utilizzo di un modem privo del 5G.

 

Huawei P50 è un gioiellino con schermo OLED da 6.5 pollici e SoC Snapdragon 888

Il display dello smartphone è un OLED da 6,5 pollici dotato di risoluzione FullHD+ pari a 2.700×1.224 pixel. Il device è dotato di un refresh rate a 90Hz, Touch Sampling a 300Hz e PWM Dimming a 1440Hz. La fotocamera frontale è da 13MP.

Il sistema è basato sul già citato SoC Qualcomm Snapdragon 888 con 8GB di RAM e 128/256GB di memoria interna, con la possibilità di espanderla ulteriormente usando una Nano Memory Card.

Per quanto riguarda la fotocamera posteriore invece, troviamo tre sensori con specifiche funzioni. L’ottica principale è da 50MP con apertura focale f/1,8 a cui si affianca una ultra-wide da 40MP e un teleobiettivo da 12MP.

La batteria è da 4.100 mAh con supporto alla ricarica rapida a 66W. Le colorazioni disponibili al lancio sono bianco, nero e oro. Huawei P50 sarà commercializzato in Cina a partire da settembre e potrà contare sul sistema operativo HarmonyOS. Al momento non si conoscono i dettagli per il mercato europeo.