covid-19-ciclo-vaccinazione-due-dosi

La guerra al Coronavirus che sta flagellando il nostro pianeta continua, la campagna vaccinale e i vaccini sono al momento le uniche armi attive a disposizione della popolazione insieme alle mascherine e alla prevenzione, le quali contribuiscono certamente a mantenere sotto controllo la curva dei contagi che però, in queste ultime settimane, soprattutto in Inghilterra, sta vedendo una ricrescita importante legata alla variante Delta, una nuova variante del Coronavirus che sta destando molti dubbi alimentando le paure di chi non confida nella vaccinazione.

In molti a seguito della risalita dei contagi stanno perdendo fiducia nella vaccinazione, cosa che ha contribuito nel rallentare la progressione della campagna vaccinale, la quale però resta l’unica vera possibilità di abbattere questo invisibile patogeno che per quasi due anni ha bloccato il mondo.

 

Analizziamo i dati

Ma prima di farci prendere dal panico o di dare ascolto a folli teorie complottiste, osserviamo i dati guardando la situazione che ha preso forma in Inghilterra, la quale fornisce certamente dati corposi e nutriti visto che è la prima nazione in cui è giunta la variante Delta.

blank

blank

I due grafici mostrano l’andamento dei contagi e delle morti da coronavirus nelle ultime settimane, quelle in cui ha preso piede la variante Delta, come potete ben osservare il numero dei contagi è effettivamente risalito, la curva ha visto un andamento in risalita, cosa che però, non si è verificata per quanto riguarda le morti, indice che mostra come i vaccini abbiano avuto effettivamente effetto nel ridurre gli effetti gravi del coronavirus, indipendentemente dalla variante.

Come se non bastasse, è recentemente stato pubblicato uno studio dall’Istituto Superiore della Sanità che attesta come la doppia vaccinazione, offra il 94,6% di protezione dall’ospedalizzazione legata alla variante Delta e del 70% da infezione con ciclo incompleto e dell’88% con ciclo completo.