blankIl CEO della Federal Aviation Administration (FAA) ha difeso SpaceX nonostante il lancio non autorizzato di un prototipo di Starship che ha avuto luogo a dicembre.

Durante la riunione della Commissione Trasporti e Infrastrutture della Camera, il rappresentante Peter DeFazio e altri hanno chiesto all’amministratore associato della FAA Wayne Monteith di fornire spiegazioni sulle scelte poco congrue di SpaceX. Monteith ha criticato SpaceX in passato per le sue azioni “incoerenti”. In quest’occasione ha difeso le scelte dell’Agenzia Spaziale.

SpaceX ha replicato di esser andata avanti con il lancio del prototipo SN8 nonostante gli avvertimenti poiché “si presuppone che l’ispettore non fosse aggiornato sulle modifiche più recenti”. Tuttavia, il razzo è esploso durante il tentativo di atterraggio. Il Comitato per i trasporti e le infrastrutture della Camera non ha invitato SpaceX o Musk a testimoniare e rispondere alle domande sollevate sul caso. Dunque, le incongruenze ci sono da ambo le parti.

Lancio nello spazio non autorizzato: la FAA difende SpaceX dalle ultime accuse

Il Comitato ha anche espresso alcune preoccupazione sul potenziale aumento di ritardi dei viaggi aerei a causa del numero crescente di missioni nello spazio. “Non sono favorevole a dire alle persone che viaggiano per piacere o per lavoro che i loro voli sono in ritardo di un’ora e mezza. Solo perché qualche miliardario sperimenterà 15 minuti di assenza di gravità. Spero che non accadrà”, ribatte DeFazio.

Monteith ha aggiunto che nei prossimi mesi ci saranno i primi test operativi di Space Data Integrator, un sistema progettato per supportare l’integrazione dei lanci nello spazio con i viaggi aerei commerciali. Poiché il mercato delle Agenzie Spaziali continua a crescere a un ritmo senza precedenti nell’ultimo decennio con la partecipazione attiva di attori privati ​​come SpaceX e Blue Origin di Jeff Bezos, la FAA ha il compito di semplificare ulteriormente le procedure e i protocolli per viaggiare.