astrazeneca-risolvere-effetto-collaterale-vaccino

AstraZeneca ha un problema, per quanto sia considerato sicuro, c’è sempre il rischio legato ai coaguli di sangue. Molti ricercatori si sono concentrati su questo effetto collaterale per cercare di capire le cause e su come risolvere. Alcuni ricercatori tedeschi sembrano aver trovato un modo per risolvere la reazione, impedire una sua comparsa nelle persone vaccinate.

I ricercatori, con un lavoro hanno proposto un meccanismo che spiega di fatto l’origine dell’effetto collaterale di AstraZeneca. Parte tutto dal gene che presenta la proteina spike di questo coronavirus. Questo entra nelle cellule e viene trascritto all’interno del nucleo e il problema sembrerebbe essere qua in quanto il DNA virale non è pensato per questo scopo.

 

AstraZeneca: risolvere l’effetto collaterale più grave

Le parole dell’autore principale dello studio sui vaccini come quello di AstraZeneca: “Il pezzo virale di DNA, derivante da un virus a RNA, non è ottimizzato per essere trascritto all’interno del nucleo, Ma questi siti sono lì per caso perché i geni dell’RNA non sono ottimizzati per la trascrizione genica all’interno del nucleo. Questi eventi di giunzione non intenzionali stanno distruggendo il frame di lettura, con conseguente produzione di proteine ​​​​aberranti nel citosol.”

Aver scoperto questo porta anche a teorizzare un modo per risolvere l’effetto collaterale di AstraZeneca. L’idea è quella di andare a modificare proprio il gene che presenta la proteina spike per impedire la reazione avversa. Non hanno potuto provare a formulare oltre in quanto gli scienziati non hanno avuto accesso alla sequenza del vaccino che è protetta dai brevetti.