Apple, iPhone 13, iPhone 12, display, design

Samsung Display e LG Display hanno avviato la produzione di massa dei pannelli OLED destinati ai nuovi iPhone 13. I nuovi smartphone Apple arriveranno sul mercato in autunno e l’azienda di Cupertino vuole farsi trovare pronta.

Infatti, la realizzazione dei componenti è partita un mese prima rispetto ad iPhone 12. Apple ha scelto quindi di giocare d’anticipo ed evitare problemi di approvvigionamento che hanno colpito la scorsa generazione.

Secondo il report stilato da Thelec, Samsung Display ha avviato i lavori per i display di iPhone 13 già da metà mese. LG Display invece ha iniziato la produzione nei giorni scorsi con un ritardo di una decina di giorni. La fonte di queste informazioni è indicata come una persona vicina ad entrambe le aziende e quindi a conoscenza di dettagli interni.

 

Samsung e LG saranno i principali fornitori di Apple per iPhone 13

La scelta di partire con i processi produttivi dei display è stata fortemente sostenuta da Apple. Il brand della mela non vuole correre rischi con iPhone 13 e offrire ai propri utenti i device immediatamente dopo la presentazione senza ulteriori attese.

Secondo le stime iniziali, la produzione totale sarà di 110 milioni di display OLED. La produzione sarà ripartita tra Samsung con 80 milioni che realizzerà i pannelli per le versioni Pro di iPhone 12. LG invece realizzerà 30 milioni di pezzi per le varianti base dei device.

I pannelli Samsung saranno realizzati con processo produttivo LTPO (low-temperature polycrystalline oxide) e supporteranno il refresh rate a 120Hz. I display LG invece sfrutteranno la tecnologia produttiva LTPS (low-temperature polycrystalline silicon).

Inoltre, entrambe le aziende continueranno a produrre display anche per gli iPhone 12. Samsung dovrebbe arrivare a fornire ad Apple fino a 130 milioni di pannelli complessivamente mentre LG fino a 50 milioni di unità.