astrazeneca-uso-vaccino-volontari

La campagna vaccinale anti Covid-19 è ormai nel vivo, e iniziano ad emergere ad opera delle singole amministrazioni regionali alcune iniziative davvero interessanti.

In particolare, quella del Veneto, dove il presidente di Regione Zaia ha annunciato l’intenzione di vaccinare gratuitamente ad agosto chi deciderà di recarsi in vacanza presso la regione.

Una trovata sorprendente che ha del genio: dirottare parte del traffico turistico solitamente rivolto verso altre destinazioni in Veneto, coniugando il turismo vero e proprio al cosiddetto turismo vaccinale, può rappresentare una strategia vincente su più fronti.

 

Veneto propone vaccini gratis a chi deciderà di trascorrere lì le vacanze ad agosto

“Stiamo tentando di programmare – annuncia Zaia nella conferenza stampa di ieri – per dare la possibilità nelle due settimane centrali di agosto di vaccinare i turisti in Veneto”.

I vaccini saranno distribuiti ai turisti nelle settimane centrali di agosto. Questa operazione sarà preceduta dalla vaccinazione di tutti gli operatori del settore turistico con età inferiore a 60 anni con il preparato di Johnson&Johnson.

Un’iniziativa che porta vantaggi in varie declinazioni. Anzitutto, ci si assicura una maggiore protezione della popolazione che risiede nella regione dal possibile contagio, portato da chi proviene dalle altre regioni e anche dall’estero. In secondo luogo, si mette in campo una strategia per prevenire la diffusione delle varianti più preoccupanti, che abbiamo conosciuto come tendenzialmente più contagiose rispetto al virus wild type.

Infine, ma non meno importante, si offre il pretesto per l’avvio – soprattutto fra i più giovani – del cosiddetto turismo vaccinale. In cosa consiste? Nella tendenza degli individui a spostarsi in una determinata destinazione al fine di usufruire di un servizio che, altrimenti, verrebbe loro erogato più tardi.

VIAANSA