truffe bancarie

Al giorno d’oggi uno dei beni di maggiore importanza a disposizione di ogni utente è senza ombra di dubbio il suo conto corrente, lo strumento bancario infatti risulta indispensabile per accedere a numerosi servizi che riguardano gli spostamenti di denaro come l’invio di pagamenti o la ricezione di pagamenti tramite POS, oppure la richiesta anche di finanziamenti e mutui.

C’è chi ovviamente si discosta da questo contesto utilizzando il proprio conto in modo molto più tranquillo e semplice, ovvero come deposito ove versare i propri risparmi in virtù magari di un investimento futuro, come l’acquisto di una casa o delle semplici vacanze.

Tutto ciò però attrae gli occhi e le attenzioni di gente poco raccomandabile, come truffatori o hackers, i quali attratti da un conto ricco di denaro e resisi conto dell’impossibilità di attaccare direttamente le banche, hanno cambiato target puntando direttamente gli utenti decisamente più sguarniti rispetto agli istituti bancari.

SMS di phishing

blank

In questo caso l’attacco verso gli utenti prende corpo in un SMS di phishing spacciato per una comunicazione ufficiale di Intesa Sanpaolo, la quale avvisa l’utente di un blocco del suo conto da risolvere presso un apposito link scritto più in basso.

Inutile stare a dire che quella è la pagina di phishing vero e proprio, il link infatti rimanda ad una falsa area clienti dove le vostre credenziali una volta scritte verranno copiate e inviate ai truffatori, con ovvi esiti infausti per il vostro conto.

Il consiglio è quello di non credere mai a questi SMS, dal momento che le banche non usano metodi così caserecci per comunicare, abbiate occhio scettico.