whatsappSu WhatsApp per i dispositivi Android pare sia in arrivo la crittografia end-to-end per i backup ospitati su Google Drive. Questi indizi sono stati scoperti da WABetaInfo mediante l’ultima versione beta 2.21.10.2 pubblicata da poco sul Play Store.

La nuova funzione di sicurezza si sta ancora sviluppando, quindi non è possibile usarla. Tuttavia, una volta attivata, verrà chiesto l’inserimento di un codice che servirà per proteggere il contenuto del backup da accessi non autorizzati.

Inoltre, l’azienda assicura che il passcode usato resterà privato e non verrà condiviso in nessun momento. Dopo aver attivato la funzione, sarà necessario memorizzare il codice, essendo che WhatsApp, almeno per ora, non prevede un sistema che comprende il ripristino della password. È prevista, invece, la possibilità di creare una chiave di ripristino, modificare la password prima inserita o disabilitare completamente la crittografia end-to-end per i backup.

 

WhatsApp: ecco l’ultima notizia per quanto concerne i pagamenti digitali

Dal Brasile pare che stiano per arrivare delle ottime notizie per quanto concerne i pagamenti digitali. Infatti, WhatsApp ha annunciato ufficialmente su Twitter di aver attivato di nuovo la possibilità di fare pagamenti in-app tramite Facebook Pay, uno strumento di trasferimento di denaro che è stato messo a disposizione nel giugno 2020. Tuttavia, il suddetto è stato successivamente bloccato dalla Banca centrale del Paese perché venne considerato anti-concorrenziale.

Ora, però, dopo quasi un anno, è arrivata l’autorizzazione da parte della banca stessa, e ora gli utenti del Brasile potranno usare Facebook Pay per trasferire denaro, pagare o farsi rimborsare direttamente dall’app senza commissione alcuna.