bitcoin-ethereum-nuovo-record-criptovalute

Negli ultimi mesi le criptovalute hanno visto un boom della loro popolarità, sono infatti finite nuovamente sulla bocca di tutti grazie ai picchi record raggiunti recentemente dal Bitcoin, il quale ha toccato quota al cambio di 60.000 dollari.

Il Bitcoin dunque domina la scena, esistono però altre criptovalute, tra cui l’Ethereum, il quale dopo il Bitcoin, vanta la capitalizzazione maggiore, cosa che lo rende la seconda valuta digitale più importante in tutto il panorama.

Nonostante dunque la sua indubbia importanza, ci sono ancora molte incertezze in merito ad Ethereum, scopriamo insieme di cosa si tratta più nel dettaglio.

Criptovaluta del futuro ?

Partiamo facendo delle precisazioni, Ethereum è una rete decentralizzata che si occupa della gestione e dello sviluppo degli smart contract, la valuta ad essa legata è invece l’Ether, la quale viene acquistata dalle varie aziende per accedere appunto alla potenza di calcolo offerta dalla rete, per intenderci, l’Ether è la benzina per far funzionare il motore di una fuoriserie chiamata Ethereum.

Gli smart contract (contratti intelligenti), cuore per importanza della rete Ethereum, sono dei contratti intelligenti scritti attraverso un linguaggio di programmazione e basati su determinate clausole e condizioni, funzionano soltanto se queste trovano riscontro nella realtà.

Essi sono molto apprezzati dalle varie aziende dal momento che consentono di eliminare determinati intermediari, come avvocati e notai e godo di un altissimo tasso di sicurezza in quanto basati sulla crittografia.

Tutti coloro che partecipano alla rete Ethereum offrendo la loro potenza di calcolo per gestione degli smart contract vengono ricompensati con gli Ether, i quali poi possono essere scambiati e venduti alle aziende che li usano per accedere alla rete e sfruttarne la potenza.