WhatsApp: numero telefonico per il coronavirus e un grande gesto
La sfida del Covid è stata molto dura anche in casa WhatsApp. La piattaforma di messaggistica istantanea, in quest’ultimo anno, oltre a dover affrontare una mole di traffico mai vista prima (a causa delle norme sul distanziamento) ha dovuto rivedere anche alcune sue norme e regole inerenti la sicurezza degli stessi utenti.

 

WhatsApp e la sfida Covid: ban definitivo a chi condivide le fake news

WhatsApp è stata uno dei centri per l’informazione quotidiana sul Covid. Purtroppo, in questi ultimi mesi, tra le tante notizie condivise proprio attraverso la chat molte informazioni erano catalogabili nella categoria delle fake news. 

In queste settimane la sfida di WhatsApp contro le fake news si rinnova. Con la campagna vaccinale attualmente in corso, gli sviluppatori sono impegnati nel garantire al pubblico una circolazione di informazioni veritiere sul Covid e sugli stessi vaccini. Anche grazie alle segnalazioni del pubblico, la piattaforma di messaggistica ha inasprito le sue regole ed ora propone un ban definitivo dal servizio per tutti i trasgressori.

Coloro che condividono con piena intenzionalità notizie finte sul Covid e sui loro vaccini saranno quindi esplose dalla chat, con un blocco definitivo del profilo. Gli sviluppatori saranno particolarmente severi con gli utenti recidivi.

In generale, anche con la sfida Covid vinta, la nuova politica di WhatsApp nel disincentivare i messaggi spam andrà avanti. Attraverso blocchi definitivi dei profili, gli sviluppatori desiderano mettere in fuorigioco tutte le catene e tutti i gruppi di spam che sino a qui hanno caratterizzato la stessa esistenza della piattaforma.