whatsappI problemi che sta avendo WhatsApp sin dall’inizio di questo 2021 sono sempre più pesanti, e sta facendo scalpore una notizia che sta circolando nell’ultime ore. Pare che Mark Zuckerberg stia utilizzando sempre più frequentemente un’app rivale: Signal. Quest’ultima sta avendo molti momenti di gloria nell’ultimo periodo, e questo in special modo grazie alla fuga di dati di Facebook.

La scoperta clamorosa è stata fatta da Dave Walker, un esperto in cyber-sicurezza, andando a scovare l’account Signal di Mark Zuckerberg. Questa è sicuramente una scelta che crea ancora più dubbi su quella che sta accadendo in termini di privacy a WhatsApp. Infatti, il prossimo 15 maggio, quando diventeranno d’obbligo i nuovi termini di servizio che riguardano la condivisione dei dati con Facebook, potrebbero esserci tanti altri utenti pronti ad abbandonare l’app di messaggistica. Tuttavia, WhatsApp ha lanciato una novità.

 

 

WhatsApp: Zuckerberg cambia, ma gli aggiornamenti restano

Gli utenti che utilizzano WhatsApp hanno paura per la propria privacy, ma l’app è decisamente pronta a lanciare delle nuove funzioni, che saranno un’iniezione di fiducia per tutti gli utenti.

Pare infatti che l’azienda stia per lanciare dei nuovi sticker riguardanti la campagna vaccinale, al fine di sensibilizzare tutta la popolazione sull’immunizzazione di massa. La collaborazione con l’Oms ha permesso la creazione di questo nuovo pacchetto di stickers, che prende il nome di “Vaccines for all” (“Vaccino per tutti”).

In più, gli adesivi saranno presto disponibili sia su Android che iOS. Tutto ciò ci è stato svelato dalla sezione FAQ’s del sito ufficiale di WhatsApp. Questa, però, non è una novità mai vista prima: infatti, durane il primo periodo di pandemia, WhatsApp aveva già collaborato con l’Oms e l’Unicef per creare degli stickers chiamati “Insieme a casa“. Ovviamente, era palese il riferimento alle varie norme di sicurezza da poco entrate in vigore.