Iliad è concentrata sempre nel campo delle tariffe low cost, ma allo stesso tempo cerca di garantire a tutti i suoi abbonati una serie di nuovi servizi. A breve potrebbe completarsi la transizione del gestore francese anche nel campo della telefonia domestica, con il lancio delle prime tariffe per la Fibra ottica. E’ già realtà invece la sperimentazione delle reti 5G per la telefonia mobile.

 

Iliad, scelta conservativa sul futuro delle linee 3G

Così come per altri gestori attivi in Italia, il 5G rappresenta il presente e il futuro per le telecomunicazioni di Iliad. La tecnologia è già operativa oggi in 20 capoluoghi nazionali. Entro l’anno la lista si amplierà con una serie di nuove città coperte dal 5G. L’obiettivo è quello di arrivare al 2022 con buona parte del territorio coperto dalle linee di nuova generazione.

Gli investimenti che Iliad garantisce per lo sviluppo del 5G avranno ovviamente delle ripercussioni su altri settori. Sempre in linea con l’operato di altri provider, anche in casa Iliad è in valutazione un possibile processo di dismissione per la rete 3G.

Tra i gestori presenti in Italia, Vodafone è capofila nel corso di dismissione per le reti 3G. Entro l’estate, il provider inglese andrà ad eliminare la compatibilità con le linee internet di vecchia generazione in numerose aree del Paese.

La scelta di Iliad almeno per ora è conservativa. A differenza di Vodafone e anche di TIM, infatti, la dismissione completa del 3G non è ancora all’ordine del giorno. Anche per puntare sulla copertura omogenea della nazione, Iliad si affiderà ancora al 3G.