Tesla: nessuna banconota, ora l'automobile si può comprare con i Bitcoin

Elon Musk, imprenditore sudafricano con cittadinanza canadese naturalizzato statunitense e co-fondatore di Tesla Motors, è sempre al passo con i tempi e lo dimostra uno dei suoi ultimi aggiornamenti. L’uomo ha comunicato via Twitter che ora negli USA è possibile acquistare un modello di automobile elettrica pagando il suo prezzo interamente in Bitcoin. “Da oggi si può comprare una Tesla con i Bitcoin – ha scritto, specificando poi, in un altro tweet – Tesla utilizza solo software interno e open source per gestire direttamente i nodi in Bitcoin. La criptovaluta pagata verrà mantenuta come tale e non convertita”.

Tesla: la nuova idea di Elon Musk

Che Elon Musk sia dotato di un’astuzia e intelligenza sopraffina, lo sappiamo tutti. Questa non è solo una mossa di marketing. Trattasi di pura strategia: l’imprenditore, dopo aver criticato i classici metodi di pagamento affermando che questi “danno interessi negativi, solo uno sciocco non guarderebbe altrove”, ha introdotto un nuovo metodo. Nonostante il co-fondatore di Tesla sia un sostenitore delle criptovalute, al momento accetterà solo Bitcoin. Ogni altro tipo di pagamento, come per esempio gli Ethereum, una volta inviati potrebbero andare persi. A febbraio di quest’anno, Tesla ha acquistato ben 1,5 miliardi di dollari in Bitcoin, aumentando nuovamente l’interesse verso la valuta digitale. Ad oggi, il valore di un singolo “coin” va dai 45 mila e i 50 mila dollari.

Entro la fine dell’anno, Tesla dovrebbe permettere ai clienti di pagare il veicolo scelto direttamente con i Bitcoin. Tenendo conto del listino attuale, un investitore americano potrebbe acquistare una Model 3 Performance con circa 0,93 Bitcoin oppure una Model S Plaid+ con 2,5 Bitcoin.