Twitter

Esattamente 15 anni fa nasceva Twitter, il social network “sintetico” dove ogni post contava pochi caratteri, proprio come un SMS. Comunicazioni rapide e veloci. È stato Jack Dorsey ad aprire la strada ai miliardi di tweet con il suo primo cinguettio. Ora amministratore delegato di Twitter, lo ha messo all’asta e da quel giorno ad oggi il suo valore ha superato i 2,5 milioni di dollari.

L’asta si concluderà proprio il 21 marzo, giorno del suo primo tweet e chissà a quanto se lo aggiudicherà l’ultimo offerente! Comunque l’intero ricavato sarà devoluto in beneficenza. Ecco la storia di Twitter e le novità che sono in cantiere che prevedono una sua forte crescita.

 

Twitter: il social network che vuole ancora crescere

Twitter non deve diventare grande. Ha già dimostrato di esserlo affrontando situazioni complicate e scomode e prendendo decisioni in merito. Sebbene possano essere tutte discutibili, e alcune magari non condivisibili, questo social network ha dimostrato carattere.

Basti pensare all’iniziativa “birdwatch” per contrastare la diffusione di messaggi con contenuti razziali, incitanti l’odio e fake news. Poco dopo le elezioni americane, Twitter chiuse anche il profilo di Donald Trump.

Altra decisione importante è stata quella di segnalare post con contenuti privi di fondamento in merito ai vaccini anti Covid-19 con l’etichetta “fuorvianti” fino ad un massimo di 5 segnalazione, pena la cancellazione permanete dell’account.

Oggi però Twitter non si è fermato e dopo una breve, ma intensa storia lunga 15 anni vuole ancora crescere. Dorsey infatti da poco ha acquistato la maggioranza di Tidal puntando così al mondo dello streaming on demand di brani musicali.

Inoltre Twitter attiverà a breve un servizio a pagamento che si chiamerà “super follows“. Con 5 dollari al mese sarà possibile accedere ai contenuti di profili quali giornali, news e servizi. L’obbiettivo è quello di raddoppiare le entrate del social network entro il 2023 oltre ad aggiudicarsi più di 300 milioni di utenti attivi al giorno.

Dovrebbe fare attenzione anche Clubhouse e cominciare a preoccuparsi perché Twitter sta per estrarre un asso nella manica che non le farà piacere. Infatti presto introdurrà una nuova funzione dove sarà possibile utilizzare una chat solo audio.