phishingI casi di Phishing continuano ad aumentare anche nel nostro paese e i conti correnti degli italiani continuano ad essere minacciati. Non c’è proprio pace per i risparmi degli italiani che continuano a essere minacciati dalla truffe online. Questo genere di truffe può avvenire con le dinamiche più disparate; si va dal già citato Phishing allo Smishing fino al Vishing e al Sim Swap.

Tra le vittime di questo genere di truffe spesso compaiono i clienti di alcuni dei principali istituti di credito nazionali e interazioni come Intesa Sanpaolo, UniCredit, banco BPM e BNL. In tutti i casi comunque l’obiettivo dei truffatori è solo uno, entrare in possesso dei vostri dati personali. Fortunatamente, se si conosce questo tipo di truffa, difendersi non è molto complesso.

Phishing: come funzionano le truffe online

 

Quando si parla di Phishing si fa riferimento ad una truffa che sfrutta delle email che sembrano comunicazioni ufficiali da parte degli istituti di credito. All’interno della mail si fa riferimento ad un pretesto per convincervi ad accedere al link allegato. Da questo link verrete condotti ad una pagina clone di quella dell’istituto di credito.

Qui verrete alla fine inviati ad introdurre i vostri dati e, nel caso in cui venga completata l’operazione, così facendo sarete definitivamente caduti nella trappola. Fortunatamente per evitare di cadere vittima di questo tranello basterà ricordare che non è mai consentito, in nessun caso richiedere dati personali per via telematica. Nel caso in cui si receva una mail con una comunicazione del genere è sempre meglio ignorarla e mettersi in contato con la Polizia Postale per effettuare una segnalazione.