blank

Microsoft Edge basato su Chromium è uno strumento multipiattaforma che possiamo utilizzare su Windows (nelle sue diverse versioni compatibili), ma anche su iOS, Android e macOS. Ed è su questa piattaforma che Microsoft è disposta a migliorare il sistema di aggiornamento per non dipendere dallo strumento Autopupdate o peggio, per doverlo fare a mano.

Il motivo è che Edge per macOS presto potrà essere aggiornato nello stesso modo in cui lo facciamo nella versione esistente per Windows, e in questo modo non sarà necessario entrare nella sezione “Informazioni su Microsoft Edge” in la sezione “Impostazioni”.

Continua a leggere per saperne di più

Fino ad ora, in macOS, per aggiornare Edge dovevamo andare sulla pagina ufficiale e scaricare l’ultima versione, oppure avvalerci, come spiegato a suo tempo, dello strumento Microsoft Autopudate.

Ora è possibile eseguire l’aggiornamento allo stesso modo di Windows, anche se per testare questo miglioramento è necessario utilizzare Edge Canary (uno dei tre canali) nella versione 90.0.816.0 o successiva. Un miglioramento che dovrebbe arrivare presto alla versione globale di Edge e successivamente a Edge per computer con chip M1.

In realtà, solo la versione di Edge Canary per computer con processori Intel, supporta la nuova esperienza di aggiornamento. Finora, per verificare se è disponibile un aggiornamento, è necessario entrare in “Impostazioni” e poi in “Informazioni su Microsoft Edge”, un processo che tende a presentare non pochi glitch.

Continua a leggere e seguire Tecnoandroid per restare aggiornato su tutte le novità e le curiosità dell’ultimo momento che riguardano smartphone, tecnologia, informatica, scienza, cronaca e cultura generale.