WhatsApp: la truffa della versione web che vi ruba l'account, indaga la Polizia

WhatsApp continua a essere una delle principali piattaforme di messaggistica, attirando oltre due miliardi di utenti. Numero aumentato soprattutto durante quest’ultimo anno per via del lockdown.

A Capodanno, per fare un esempio concreto, WhatsApp ha registrato 1,4 miliardi di chiamate e videochiamate in un solo giorno. Nel frattempo è finalmente arrivato l’atteso aggiornamento per desktop. Ecco cosa ha introdotto.

Chiamate e videochiamate disponibili su WhatsApp Desktop
L’update ha introdotto chiamate e videochiamate su Windows 10 a 64 bit e su macOS 10.13. Una volta installata l’app, basta concedere a WhatsApp l’autorizzazione ad accedere al microfono e alla fotocamera.

Purtroppo non sono ancora disponibili le videochiamate di gruppo, ma l’azienda ha detto di volerle implementare in futuro, magari facendo concorrenza a Zoom.

Nel blog ufficiale viene specificato che le chiamate e le videochiamate da Whatsapp sono crittografate end-to-end, quindi WhatsApp non può vederle o sentirle, indipendentemente dal fatto che chiami dal telefono o dal computer.

La schermata viene mostrata in una finestra separata e ridimensionatile, che si mantiene in primo piano sullo schermo. Le chiamate su desktop, inoltre, funzionano sia con l’orientamento verticale, sia orizzontale.

Le chiamate e le videochiamate sono disponibili soltanto nell’app da scaricare su Desktop, mentre non funzionano su WhatsApp Web.

Da segnalare anche la presenza di un banner rivolto a quelli che non hanno accettato i nuovi termini di servizio e le modifiche all’informativa sulla privacy. Per evitare di non poter più inviare e ricevere messaggi bisogna fare tutto entro maggio.

WhatsApp, inoltre, si prepara a introdurre una funzionalità presa da Instagram Direct, ovvero quella delle immagini che si autodistruggono. La piattaforma ormai facente parte di Facebook, insomma, vuole fare di tutto per essere al passo coi tempi.