Postepay e il nuovo tentativo di phishing: ecco come riconoscere il messaggio

Avete una Postepay e credete di non essere protetti a dovere da Poste italiane? Ovviamente vi state sbagliando, visto che questa azienda risulta una di quelle che investe di più nella sicurezza. Purtroppo ciò che gli utenti stentano a capire è che ogni truffa per entrare nel conto di un cliente della banca, ha bisogno di passare attraverso le decisioni di quest’ultimo.

Saranno dunque gli stessi utenti che concederanno un lasciapassare alle truffe spesso senza neanche accorgersene. Purtroppo il tutto avviene credendo che si tratti di comunicazioni da parte della banca, mentre in realtà sono i truffatori. Questi si chiamano tentativi di phishing, i quali hanno l’obiettivo di rubare le credenziali di accesso. Queste serviranno poi a svuotare il conto, proprio come sta accadendo con il nuovo messaggio che sta girando.

 

Postepay: ecco il nuovo messaggio che sta girando attraverso l’e-mail per fregare gli utenti

Gentile Cliente,

Ti comunichiamo la modifica delle Condizioni Generali del Servizio di Identità Digitale “PosteID abilitato a SPID” nella nuova versione.

Cosa cambia per te?

  • Il servizio base, cosi come descritto nelle Condizioni Generali del Servizio, è gratuito per le persone fisiche. Non ci sono modifiche per quanto riguarda le funzionalità e l’utilizzo dell’Identità Digitale.
  • Eventuali future modifiche alle Condizione Generali del Servizio saranno rese note ai Titolari, con congruo anticipo, tramite apposita informativa sul Sito o in Bacheca o con ulteriori canali o modalità che Poste ritenesse di adottare.

RICORDA CHE,

Non puoi più utilizzare la tua carta PostePay se non accetterai le modifiche contrattuali. Inoltre abbiamo bisogno della tua collaborazione, dovrai aggiornare le informazioni del tuo profilo online entro 48 dalla ricezione di questa comunicazione.

PROCEDI CON L’AGGIORNAMENTO