Postepay: arriva il nuovo tentativo di phishing che inguaia gli utenti

Tenersi alla larga dai vari inganni che il web suo malgrado propone ogni giorno, è una delle cose principali da fare. Purtroppo ad oggi una truffa può condurre gli utenti ad avere problemi enormi, soprattutto quando questo riguarda le varie carte emesse dai gruppi bancari. Poste Italiane purtroppo si ritrova molto spesso in questi discorsi, a causa delle truffe che prendono come finto modello le Postepay.

Gli utenti infatti spesso cascano nei tranelli organizzati dai truffatori, i quali mediante i celebri tentativi di phishing tentano impersonare Poste Italiane. L’utente medio, essendo anche in gran parte in esperto, potrà dunque caderci accondiscendendo a tutte le richieste. Tra queste ci sarà anche quella di scrivere di nuovo i dati di accesso, i quali comporteranno poi lo svuotamento del conto.

 

Postepay: ecco il messaggio phishing che gira da oltre tre settimane all’interno delle mail

Gentile Cliente,

Ti comunichiamo la modifica delle Condizioni Generali del Servizio di Identità Digitale “PosteID abilitato a SPID” nella nuova versione.

Cosa cambia per te?

  • Il servizio base, cosi come descritto nelle Condizioni Generali del Servizio, è gratuito per le persone fisiche. Non ci sono modifiche per quanto riguarda le funzionalità e l’utilizzo dell’Identità Digitale.
  • Eventuali future modifiche alle Condizione Generali del Servizio saranno rese note ai Titolari, con congruo anticipo, tramite apposita informativa sul Sito o in Bacheca o con ulteriori canali o modalità che Poste ritenesse di adottare.

RICORDA CHE,

Non puoi più utilizzare la tua carta PostePay se non accetterai le modifiche contrattuali. Inoltre abbiamo bisogno della tua collaborazione, dovrai aggiornare le informazioni del tuo profilo online entro 48 dalla ricezione di questa comunicazione.