PNostradamus

Tutti sono interessati al futuro, dall’andamento economico familiare alla salute e il desiderio è quello di potersi assicurare giorni felici. Ancora maggiore diventa la necessità di conoscerlo proprio in un periodo così “catastrofico” come quello iniziato esattamente un anno fa con la pandemia di Coronavirus. Da quel giorno nulla è più come prima e alcuni lo hanno capito bene incalzando la paura e la preoccupazione di molti. Ecco quindi tornare in auge Nostradamus che, con le sue quartine, secondo alcuni starebbe dettando le sorti dell’umanità per tutto il 2021.

 

Ecco cosa avrebbe predetto Nostradamus per l’anno 2021

Michel de Nostredame meglio noto come Nostradamus fu un astrologo, scrittore, farmacista e speziale francese. Per molti sarebbe uno dei più grandi profeti della storia insieme a san Malachia. Sembrerebbe strano, ma proprio di questi tempi è stato rispolverato il suo principale libro scritto nel 1555 da alcuni sedicenti interpreti. Infatti l’antico scritto “Le profezie” per molti avrebbero anticipato eventi come Hitler e il tragico sterminio nei campi di concentramento, la bomba atomica, l’attacco delle Torri Gemelle e chi più ne ha più ne metta.

Secondo Nostradamus, o meglio gli interpreti del “profeta”, il 2021 non sarà di certo un anno tranquillo con un futuro spensierato. Infatti pare che sia prevista una terribile carestia in tutto il mondo.

Se questo non basta, Nostradamus sembra aver predetto non solo un terremoto in California, ma anche una tempesta solare. Quindi se il consiglio era quello di non fare viaggi in questo stato degli USA per tenere cara la vita, comunque con la pioggia di fuoco su tutta la Terra non ci sarà salvezza da nessuna parte.

Inoltre un asteroide dovrebbe colpire il nostro pianeta stando alla quartina: “Nel cielo si vede il fuoco e una lunga scia di scintille”. Ed Elon Musk sarebbe uno strumento nella realizzazione profetica relativa alla colonizzazione e al turismo nello spazio.

 

La profezia che avrebbe predetto il Covid-19

Dulcis in fundo molti vedrebbero in Wuhan la “città marittima” indicata da Nostradamus come luogo di inizio della pandemia. “La grande peste nella città marittima non cesserà prima che morte sarà vendicata del giusto sangue per preso condannato innocente, della grande dama per simulato oltraggio”. Peccato che tutta la provincia di Hubei non sia bagnata dal mare.

Gli amanti dell’esoterismo e i complottisti amano cavalcare l’onda delle paure umane e ci riescono bene quando queste sono il frutto di avvenimenti reali. Occorre perciò non farsi influenzare da queste notizie e affidarsi a fonti certe che promuovono fatti reali e che smascherano tutte le fake news.