Xbox, Series X, Series S, Microsoft, Sony, PlayStation 5, Xbox Live Gold

Nelle scorse ore una brutta notizia ha fatto infuriare gli utenti Microsoft. L’azienda di Redmond infatti ha annunciato un rincaro per l’abbonamento Xbox Live Gold. Le rimodulazioni sono state pensate per colpire tutte le tipologie di abbonamento in proporzione diversa in base alla durata. 

L’abbonamento mensile ha subito un aumento di un dollaro passando così a 10.99 dollari. La sottoscrizione trimestrale invece passa a 29.99 dollari con un incremento di 5 dollari. L’aumento più importante invece riguarda l’abbonamento semestrale con un incremento di 20 dollari che arriva così a 59.99 dollari.

Rincari di questa entità hanno provocato dure reazioni da parte degli utenti, non affatto felici di dover pagare di più l’abbonamento Xbox Live Gold. Le rimostranze avanzate dai giocatori sono servite a qualcosa, tanto che Microsoft ha deciso di fare un passo indietro.

Microsoft aumenta i prezzi di Xbox Live Gold ma poi fa marcia indietro

Tramite un post sul proprio profilo Twitter, Microsoft ha confermato che non ci sarà alcun aumento. L’azienda ha ascoltato la voce della community Xbox e ha deciso di evitare questo rincaro.

Nel messaggi postati sui socia, inoltre, si legge una chiara ammissione di colpa da parte del gigante di Redmond. La scelta non era delle più felici e con questa mossa Microsoft ha di fatto tradito la fiducia di propri utenti.

Tuttavia, i feedback ricevuti hanno permesso di risolvere la questione nel migliore dei modi. Tutti gli aumenti di prezzo per Xbox Live Gold sono effettivamente annullati. Microsoft ha ripristinato il precedente costo degli abbonamenti e il sistema continuerà a funzionare come sempre.

Anzi, gli utenti potranno giocare a nuovi titoli inclusi con il Game Pass Ultimate. Tra tutti i giochi già disponibili arrivano anche Gears 5, Resident Evil, Dandara: Trials of Fear Edition; Indiana Jones e la Tomba dell’Imperatore e Lost Planet 2.