connessioni 4g

Uno dei temi caldi di questi ultimi anni è stato senza ombra di dubbio il 5G e in generale la rete di dati presente praticamente in tutto il mondo, la quale nei mesi a venire vedrà il passaggio di consegne tra il 4G attualmente standard e il 5G, il quale diventerà pian piano la rete maggiormente presente sul pianeta degradando il 4G a tappabuchi nelle zone mancanti di copertura.

Il 4G dunque vedrà una fine abbastanza ingloriosa ma anche scontata, dal momento che le prestazioni del 5G sono sostanzialmente imparagonabili a quelle del 4G, sia in termini di velocità che di sicurezza, non a caso tra l’altro, la rete 4G presenta una falla di sicurezza che al giorno d’oggi ancora non è stata corretta e che potrebbe essere sfruttata per derubare tutti gli utenti connessi.

Man in the middle sulla rete

La falla in questione ha un concetto di funzionamento relativamente semplice, infatti un hacker ben equipaggiato, potrebbe tranquillamente simulare uno spot di connessione 4G a cui far connettere gli utenti, dirigendo però le vittime verso una risorsa arbitraria decisa da lui oppure scansionando tutti i dati trasmessi dall’utente per poi estrapolare quelli di maggiore interesse.

Questa falla da molti analisti è stat definita come critica e pericolosa, motivo dunque per cui l’arrivo del 5G è necessario, dal momento che la nuova infrastruttura di rete preverrà ogni attacco di questo tipo mettendo dunque al sicuro gli utenti e ancor di più i loro preziosi dati, da sempre oggetto dei desideri degli hacker.