signal

In passato, abbiamo già discusso delle molte funzionalità di Telegram e di quanto sia un’app molto più semplice e meglio strutturata rispetto a Whatsapp. Ma tra le app che spiccano maggiormente, esiste anche Signal, che a livello di sicurezza non ha nulla da invidiare neanche a Telegram.

Signal, ecco tutto ciò che c’è da sapere sul successo di questa app

Il promotore della privacy Edward Snowden, approva al 100% la validità di questa applicazione, soprattutto dopo ciò che è successo con Whatsapp. Ha infatti dimostrato più volte di essere una chat poco sicura rispetto a Telegram e rispetto anche a Signal. Questa chat, oltre a garantire una massima privacy, possiede anche il servizio di chiamate vocali, il servizio di sms integrati e di messaggi della rete con cui è possibile condividere immagini, emoticons, GIF e quant’altro.

La Signal Foundation è la società società indipendente senza scopo di lucro che ha sviluppato questa applicazione. Per questa ragione non chiede nessun pagamento per l’utilizzo dell’app e intende mantenere il servizio totalmente gratuito e privo di banner o di pubblicità.

Signal garantisce una privacy molto sicura, Non a caso è impossibile effettuare screenshot delle vostre conversazioni o anche inoltrare i messaggi mandati e ricevuti a qualunque altra chat. Allo stesso modo, altrettanta riservatezza è garantita sulle chiamate e come se non bastasse, il segnale durante l’utilizzo è estremamente stabile. Le videochiamate che si effettuano tramite Signal, sono sempre in alta definizione. Non ha tutte le funzionalità di Telegram, che ad oggi rimane la migliore app indiscussa per questo tipo di servizi, ma ciò non toglie in termini di privacy e sicurezza, possa essere considerata una garanzia e che non teme rivali.