Digitale Terrestre

Il 21 settembre 2021 sarà la data ultima per il passaggio al nuovo digitale terrestre. La banda di frequenza si chiama DVTB2 e costringerà gli utenti a sostituire il televisore o il ricevitore che non la supporta. Nonostante ciò niente allarmismi, il processo inizierà a gennaio in modo graduale e molti televisori supportano già il DVTB2. Ecco quali aree saranno interessate inizialmente e come verificare se la Tv è compatibile.

 

Digitale terrestre DVTB2: quali sono le prime aree interessate e come verificare se la Tv è già compatibile

Dal 1 gennaio al 30 giugno 2021 inizierà il processo di ri-sintonizzazione dei programmi locali dell’area D. Di conseguenza chi abita in Sicilia dovrà mettersi il cuore in pace e aggiornare regolarmente la sintonizzazione dei canali sul digitale terrestre. Sarà poi la volta delle altre aeree in programma.

Come non farsi trovare impreparati a questo cambio “epocale”? Ovviamente la prima cosa da fare è verificare se il proprio televisore è compatibile con il nuovo digitale terrestre DVTB2. Non è difficile e il test è subito fatto in pochi minuti. Basta selezionare il canale 100 o il 200. Se sul televisore comparirà la scritta “Test HEVC Main10” vuol dire che è pronto a ricevere il nuovo digitale terrestre. Altrimenti potrebbero esserci altre due motivazioni.

La prima non è un problema di compatibilità, bensì di sintonizzazione. Occorre perciò avviare la ricerca automatica dei canali in modo da aggiornare la Tv e il gioco è fatto. Al contrario, se non comparirà la scritta neanche dopo questa operazione, vuol dire che sarà necessario sostituire il televisore. Tuttavia si potrebbe anche optare per l’acquisto di un decoder esterno compatibile con il digitale terrestre DVTB2.

Tutti coloro che vogliono risparmiarsi queste operazioni possono verificare la data di acquisto del televisore. Se è stato acquistato da gennaio 2017 a seguire allora è sicuramente DVTB2 friendly. Infatti da quella data tutti i commercianti per legge sono tenuti a vendere solo dispositivi compatibili con il digitale terrestre DVTB2. Inoltre sconsigliamo vivamente di optare per i sistemi IPTV illegali.