Netflix, logo, top 10, italia, 2020, 2021, serie TV, film

Certamente il 2020 è stato un anno molto particolare per le piattaforme di streaming. Se da un lato la pandemia ha bloccato tutte le produzioni in corso, dall’altro ha permesso agli utenti di scoprire i contenuti presenti sulle varie piattaforme. Questa situazione ha creato una maggiore concorrenza tra Netflix, Amazon Prime Video e Disney+, solo per citare le principali.

Proprio per fronteggiare i principali competitor, Netflix ha intenzione di puntare maggiormente sui contenuti originali. Possiamo aspettarci che l’azienda finanzierà nuove produzioni per un totale di oltre 19 miliardi di dollari. Queste cifre emergono da una stima effettuata da Bankr relativa alle previsioni per il 2021.

I dati tengono conto della crescita annuale di nuovi progetti messi in piedi da Netflix nel corso del tempo. Ogni anno c’è stato un incremento del budget rispetto all’anno precedente e questo andamento sembra destinato a continuare.

I contenuti originali saranno fondamentali per Netflix

Per maggiore precisione, la società di analisi ha stimato una spesa di 19.03 miliardi di dollari per il 2021. Nel 2020 sono stati spesi 17.3 miliardi, con un incremento del 10% anno su anno. Se si considera che nel 2013 la spesa per nuovi contenuti era di appena 2.4 miliardi di dollari, si può capire quanto il panorama dello streaming sia cambiato.

Gli sforzi di Netflix in questo senso si possono concretizzare guardando il numero di abbonati. In totale si contano oltre 195 milioni di utenti attivi con una crescita dell’807,67% rispetto al 2011. A quei tempi infatti, il servizio contava appena 21,5 milioni di abbonati. Nel solo periodo tra gennaio e giugno 2020 si sono registrati oltre 25 milioni di abbonati, a conferma della forte influenza della pandemia sui servizi di streaming.