Netflix

Netflix ad oggi è la piattaforma streaming più usata al mondo. Ha così tanti contenuti da soddisfare i gusti di chiunque decide di sottoscrivere l’abbonamento. Se questo è uno dei pregi che porta molti clienti a scegliere Netflix, a volte potrebbe diventare un problema. Infatti uno dei dubbi è quale serie Tv iniziare tra le tante disponibili. E così il cliente vaga tra i titoli cercando di trovare quello che fa al caso suo. Per aiutare tutti coloro che si trovano in questa situazione ecco tre fantastiche serie che rientrano tra le primi 10 più viste in Italia. Sicuramente non deluderanno le aspettative dei più esigenti.

 

Netflix: tre serie Tv da non perdere

Nella Top ten di Netflix in Italia ci sono tre serie Tv che meritano di essere guardate.

Il primo titolo è la serie tv evento “Bridgerton” che si ispira ai romanzi di Julia Quinn. La prima stagione racconta le vicissitudini di Daphne, una giovane dell’ottocento che deve superare le regole dell’alta aristocrazia inglese per trovare il vero amore.

Al terzo posto su Netflix regna indiscussa “La Regina degli scacchi“. Tratta dall’omonimo romanzo di Walter Tevis, segue la vita di una bambina prodigio nel gioco degli scacchi che cresce nel tentativo di diventare una grande maestra in questo gioco.

Infine, quarta per visualizzazioni su Netflix, ma che non ha nulla da invidiare, c’è Tiny Pretty Things. La serie Tv è ambientata in una prestigiosa accademia di danza di Chicago ed inizia con la morte della migliore allieva che cade dal tetto della scuola. Un tragico incedente, un triste suicidio oppure un efferato omicidio? Da qui comincia la trama che vede come protagonista Neveah, giovanissimo talento che la prestigiosa scuola ha ammesso per allontanare i riflettori dalla tragedia.

Insomma, non serve perdere molto tempo nella ricerca della serie Tv da iniziare. Basta lasciarsi guidare dai suggerimenti di Netflix oppure scegliere uno di questi tre titoli. E se anche questo non dovesse bastare ecco rimane quello che Netflix ha creato per gli eterni indecisi: la funzione “Riproduzione casuale”.