robot

Negli ultimi anni la robotica ha davvero compiuto passi da gigante. Gli scienziati hanno messo a punto robot in grado di svolgere innumerevoli compiti e che hanno, dunque, trovato altrettante applicazioni. Infatti, troviamo robot impiegati nel campo della medicina, dell’ingegneria aerospaziale e in molti altri settori. L’ultima novità nel settore della robotica giunge a noi da un team di scienziati italiani i quali hanno creato uno spider-robot, un robot-ragno in grado di costruire ragnatele metalliche. Il tutto, sfruttando la moderna tecnologia della stampa 3D.

Per poter assolvere a questa funzione, il robot-ragno creato dai ricercatori italiani è equipaggiato con una stampante 3D. Grazie a quest’ultima, l’androide è in grado di tessere, come un ragno vero, la sua tela. Quest’ultima consta di strutture reticolari che l’androide costruisce muovendosi lungo le parti già realizzate per costruire poi quelle mancanti, senza richiedere l’aiuto di supporti esterni. Gli scienziati italiani hanno costruito il loro prototipo per il quale è stata depositata la domanda di brevetto.

Il robot-ragno è il frutto del progetto AUTO-R3(d)ICOLARI finanziato dal programma Alma Idea dell’Università degli studi di Bologna. Il prototipo sviluppato è in grado di “stampare” oggetti di qualsiasi geometria con una accuratezza davvero incredibile. Si tratta di un sistema mobile e flessibile, adatto per stampare oggetti 3D con dimensioni addirittura superiori a quelle stampabili dalla stampante 3D stessa. È una tecnologia che si presta molto bene a qualunque materiale adatto alla stampa 3D: metalli, materiale cementizio, polimeri e molto altro ancora.

Il robot-ragno è un sistema nato con l’obiettivo di esplorare le potenziale della “Wire and Arc Additive Manufacturing”. Quest’ultima è un’innovativa tecnologia di stampa 3D dei metalli, un sistema adatto per creare, ad esempio, costruzioni in acciaio.

FONTEAUTO-R3(d)ICOLARI