Con WhatsApp il team di Mark Zuckerberg non è riuscito a fare proprio un bel lavoro con i suoi nuovi messaggi effimeri. Anzitutto, perché la possibilità di inviare messaggi che si auto-distruggono è giunta in ritardo rispetto agli altri servizi; in secondo luogo, perché la nuova opzione presenta numerosi ed importanti limiti che fanno un po’ storcere il naso e non la rendono poi così tanto utile.

A partire dall’impossibilità di impostare un timer di auto-distruzione personalizzato, prevedendo la sola possibilità di rimozione automatica allo scadere di sette giorni dall’inizio del messaggio effimero. O al fatto che è comunque possibile effettuare uno screenshot del messaggio e che il contenuto sarà destinato a permanere per sempre all’interno di una Chat di gruppo se gli amministratori non hanno attivato l’opzione relativa ai messaggi auto-distruttivi.

Con Messenger ed Instagram, invece, Facebook compie un ulteriore passo avanti ed offre agli utenti un nuovo modo di chattare.

Instagram e Messenger, i messaggi spariscono quando si lascia la Chat

Messenger e Instagram riceveranno presto la modalità a scomparsa: i messaggi inviati in questo modo scompariranno non appena si abbandonerà la Chat. E, proprio come accade in Snapchat, l’utente riceverà una notifica se la persona con cui sta chattando effettua uno screenshot della conversazione.

Se per Instagram è la prima volta che viene inclusa una opzione per inviare messaggi che si auto-distruggono, Messenger offriva già da tempo la possibilità di inviare messaggi con timer di auto-distruzione all’interno della chat segreta. La modalità a scomparsa di Instagram e Messenger è adesso disponibile per gli utenti  negli Stati Uniti e si espanderà in altri paesi a breve.