Huawei, honor,

Secondo le ultime indiscrezioni provenienti dalla Cina, sembra che il sodalizio tra Huawei e Honor sia giunto al termine. La notizia della vendita del sub-brand circola in rete da qualche settimana ormai, ma in queste ore si sta rafforzando l’ipotesi che la transazione sia ormai conclusa.

La fonte di questa notizia è la testata Diankeji e immediatamente la storia è stata ripostata su Twitter. L’acquisto, secondo la fonte, è stato concluso da una joint venture in cui sono confluiti sia una società di investimento che alcuni brand Cinesi legati al mondo della telefonia.

Il valore della transazione è stimato per 100 miliardi di yuan, pari a circa 15 miliardi di dollari. L’intera proprietà di Honor è pronta a passare di mano da Huawei a questa joint venture che sembra avere piani strategici ben definiti.

Huawei sempre più vicina alla separazione definitiva da Honor

Infatti l’azienda punta ad un debutto in borsa della società entro tre anni. Inoltre, sembra che ci siano clausole interne al contratto che vincolano Honor ad acquistare ed utilizzare tecnologia Huawei. In particolare si parla di chip pensati per il 5G, ma non è da escludere anche la possibilità di altre proprietà intellettuali.

Infatti Honor è sempre stato il sub-brand economico di Huawei. I device dei due produttori condividevano gran parte della scheda tecnica ma posizionandosi in fasce di prezzo diverse. Bisognerà vedere se con la nuova dirigenza, Honor acquisirà una maggiore autonomia o resterà sempre legata all’ex proprietario.

Al momento nessuna delle due azienda ha confermato o smentito la notizia. L’annuncio ufficiale però è atteso per il 20 novembre.