malware androidIl mondo Android è sempre molto pericoloso, essendo che è preso spesso di mira da molti malintenzionati. Infatti, i ricercatori di cyber security di ThreatFabric hanno scovato un nuovo potentissimo malware chiamato Alien. Il suddetto è molto pericoloso, poiché riesce a rubare le password di oltre 200 applicazioni di Android, tra cui Instagram, Snapchat e vari digital banking.

Le funzionalità che presenta sono molto basiche e comuni: ci sono attacchi overlay, furto degli SMS e raccolta dell’elenco contatti. Insomma, il suo keylogger è in grado di poter fare qualsiasi cosa, oltre ad espandersi per tutto il device.
Inoltre, sembra mettere a disposizione del malfattore la possibilità di installare, avviare e rimuovere applicazioni dal dispositivo ormai infetto. E non solo, ha in sé uno sniffer che gli consente di vedere tutte le notifiche sul dispositivo. Scopriamo nel dettaglio come funziona il malware e come proteggersi.

Malware su Android: il funzionamento di Alien

Come abbiamo già anche detto in altri articoli, gli autori di codeste minacce sono sempre pronti ad innovare le loro metodologie al fine di rubare e monetizzare con le informazioni personali altrui. In alcuni casi possono fare successo, ma in altri no, con tanto di relativa scomparsa del malware. Nel momento in cui però Alien è entrato nel vostro smartphone, è bene che stiate molto attenti. Il controllo che può prendere sul vostro dispositivo è totale.

Consente ai criminali di monitorare tutte le azioni dell’utente, cosa sta facendo e altro, studiandole. Detto più esplicitamente, può tranquillamente accedere alla schermata del nostro smartphone e vedere come interagiamo col web, avendo la possibilità di vedere quali password stiamo inserendo. E non solo: il malintenzionato può anche accedere ai contatti e inviare messaggi liberamente.

Come proteggersi da questo pericoloso malware

Un malware di questo tipo è davvero estremamente pericoloso e non bisogna scherzare affatto. Infatti, Alien sembra un derivato del trojan bancario Cerberus, il quale ha una lunga scia di vittime sulla sua strada. L’unica cosa che è possibile fare è quella di non installare assolutamente app su Android che provengono da siti non autorizzati e di non concedere alcun accesso a contatti e altre app. Il malware è molto diffuso nelle nostre zone e nel resto dell’Europa, precisamente in Spagna, Germania, Francia, Turchia, ma anche negli USA.