FiscoLa riscossione delle tasse si fa sempre più difficile per l’amministrazione fiscale. Oltre ai tempi duri che accomunano la popolazione in generale, un ulteriore dettaglio è emerso da report stilati recentemente e, la situazione è tutt’altra che felice. Stando ai dati rilasciati dal Fisco, in Italia, la metà dei cittadini non rispetta le scadenze ed i pagamenti diventando di fatto evasore secondo questa modalità e un’altra ossia la non dichiarazione di reddito. Il Walfare del Bel Paese si presenta, dunque, atipicamente rispetto a quello dei suoi fratelli, facendo sorgere dei dubbi.

Attraverso l’analisi dei dati di reddito inerenti a due anni fa (2018) è chiaramente emerso che su 60.359.546 cittadini che vivono abitualmente nel bel Paese, sono figurati come contribuenti dichiarati solo 41.372.851 e come cittadini paganti ossia coloro che versano l’ Irpef,  circa 31.155.444 individui.

Cosa implica tutto ciò?

Fisco, evasione e dichiarazione dei redditi: in Italia la più alta percentuale di persone a carico

La nazione, come detto in precedenza, risulta essere realmente atipica: attraverso i dati sopra riportati è stato altresì possibile identificare che una grossa parte della popolazione vive ancora a carico. Stando alle cifre, quasi la metà dell’intera popolazione (29,204 milioni) non possiede redditi.

Per essere un Paese economicamente progredito e che fa parte del G7, questi dati risultano essere stravaganti sebbene, in fin dei conti, la motivazione dietro tutto ciò è scritta tra le righe e tutti la conoscono.

A tal proposito vi sarebbero delle politiche da adottare, ma come sempre il Fisco sembra rimanere bloccato nella burocrazia e in approcci strategici non funzionanti. l’Italia? Forse, un giorno, tornerà ad essere equa.