Codice della Strada e Smartphone: arrivano nuove regole e multe ipersalate

Sono più di 10 anni che sentiamo parlare di Riforma del Codice della strada, mentre il suo fascicolo rimbalza fra i due rami del Parlamento, senza però averne mai tratto una conclusione. Ora sembra che qualcosa si stia muovendo nella giusta direzione e soprattutto abbia imboccato la corsia di sorpasso. Finalmente verrà punito chi guida con lo smartphone tra le mani e chi non rispetta il semaforo, e no, non saranno leggeri rimproveri. Scopriamo la vera correlazione tra Codice della Strada e Smartphone.

 

Codice della Strada e Smartphone: le nuove sanzioni per chi non rispetta le regole

Dopo cotante peripezie, la riforma potrebbe andare finalmente in porto, portandosi dietro grandi cambiamenti che andranno a regolare la sicurezza sulle strade di tutta Italia.

Innanzitutto, le nuove regole dovrebbero prevedere multe più salate per i guidatori che utilizzano lo smartphone alla guida. Secondo quanto riferito dall’Asaps (il portale della sicurezza stradale) a Repubblica, la prima violazione comporta una contravvenzione che va da un minimo di 422 a un massimo di 1697 euro. In aggiunta alla multa, anche la sospensione della licenza di guida da un minimo di una a un massimo di otto settimane. Ma non solo, perché vi sarà anche una decurtazione di cinque punti sulla patente. Per chi è recidivo, le multe diventano più gravi. Andranno da 644 a 2588 euro, sospensione della patente da quattro a dodici settimane e decurtazione di ben dieci punti.

La riforma punta inoltre a proteggere gli spazi riservati ai disabili, salvaguardando la gratuità dei parcheggi blu per le persone portatrici di handicap; allo stesso tempo il testo inasprisce le multe per tutti coloro che approfittano dei parcheggi destinati ai disabili: in questo caso le multe dovrebbero andare dai 168 ai 673 euro, con l’aggiunta di quattro punti decurtati sulla licenza di guida.