blank

Google Maps la conosciamo tutti, è l’app di navigazione di casa big G che ogni giorno viene in soccorso di milioni di automobilisti che sono costretti a spostarsi magari anche in luoghi sconosciuti alla vista e alla memoria.

Ovviamente l’app include un pool di funzionalità ad-hoc che la rendono perfetta al suo scopo, dal segnalatore di autovelox e limiti di velocità fino alle indicazioni sulla presenza o meno di ingorghi, tutto ciò grazie all’imponente campagna di aggiornamenti che Google porta avanti.

A quanto pare il prossimo aggiornamento che vedremo riguarderà il Coronavirus, a riprova della forte volontà di Google di mettersi in prima linea contro la pandemia devastante che ci ha colpiti, vediamo di cosa si tratta.

Mappa dei focolai

Stando alle ultime news, presto Google inserirà all’interno di Maps la legenda legata ai focolai di coronavirus, in parole povere quando visualizzeremo sulla mappa il luogo desiderato, apparirà un’indicazione con tanto di mappa colorimetrica dello status delle infezioni in quel luogo, in tal modo capiremo se si tratta di un focolaio o meno.

Ovviamente la colorazione ha un significato numerico, le legenda espressa infatti indica:

  • Grigio: zero casi
  • Giallo: da 1 a 10 casi
  • Arancione: da 10 a 20 casi
  • Arancione scuro: da 20 a 30 casi
  • Rosso: da 30 a 40 casi
  • Rosso scuro: oltre i 40 casi.

Si tratta di una bella iniziativa da parte dell’azienda di Mountain View, la quale vuole dare una mano nella lotta al covid e fa il suo in ciò in cui è sicuramente la migliore.

Per quanto riguarda i dati, essi sono presi direttamente dai database dell’OMS.