Postepay: uova truffa tramite messaggio per gli utenti, ecco come evitarla

Tra gli vari strumenti che Poste Italiane mette a disposizione di tutti gli utenti che desiderano depositare i propri risparmi, la Postepay è sicuramente uno dei più popolari. Grazie alla carta di credito ricaricabile, è possibile mettere da parte i propri soldi ed anche effettuare pagamenti veloci e sicuri, sia online che in negozio.

 

Postepay Evolution, il costo extra del canone che viene detratto dal conto

Tra le varianti di Postepay spicca ovviamente la Postepay Evolution. Questa tipologia di carta si contraddistingue dalla classica tessera gialla per la presenza di un codice IBAN. Utilizzando il codice IBAN, oltre ai già citati pagamenti, i clienti potranno impostare anche l’accredito automatico di pensione o stipendio, oltre che effettuare altre operazioni come i bonifici. La carta Evolution, insomma, si presenta come una sorta di conto corrente.

La novità di Postepay Evolution è la presenza di un canone annuo. I clienti infatti per l’utilizzo del servizio sono chiamati a pagare un costo annuo di 12 euro direttamente Poste Italiane. La quota annuale sarà detratta agli abbonati, con un addebito mensile ed automatico di un euro.

Con l’introduzione del canone, restano del tutto immutate le commissioni per le varie operazioni da effettuate in ufficio sportale o in sportello. Per i prelievi su sportello elettronico postale non è previsto alcuna commissione. Un euro di commissione sarà applicata per i prelievi in ufficio e due euro per i prelievi presso ATM o Bancomat. Per quanto concerne le operazioni di ricarica, invece, è confermata la commissione variabile da uno a due euro.