Un nome altisonante, che ricorda la tuta ipertecnologica di un supereroe, per uno smartphone iconico molto curato, bello, dalle prestazioni appaganti.Punta ad essere un vero top di gamma, ma ci sono delle sbavature.

Estetica e Display

Sony non ha stravolto il design della linea Xperia, troviamo ancora il formato a 21:9 allungato con una forma un po’ a lingottino in controtendenza rispetto agli altri brand, davvero distintiva. Un form factor che permette di tenerlo bene in mano.

Il lettore di impronte è posto sul lato destro, posizione comoda se siete destrorsi, purtroppo non si è rivelato affidabile nonostante sia molto veloce.

Non abbiamo notch, le dimensioni sono generose (166 × 72 × 7,9 mm e 181 grammi) ed è resistente all’acqua con certificazione IP68.

Il Display 6.5″ è un OLED a 60 Hz in risoluzione 4K (3840×1644 ). E’ molto bello, i colori sono ben calibrati e la risoluzione elevatissima, ma il refresh a 60 Hz è anacronistico rispetto a quanto offerto dalla concorrenza.Purtroppo anche la luminosità è poco elevata e ne compromette un poco la leggibilità sotto la luce diretta del sole.

Hardware e Software

A bordo il ben noto ed eccellente Qualcomm Snapdragon 865 con modem 5G, 8 Gb di Ram DDR5 e 256 Gb Rom UFS 3.0. Rende il dispositivo rapido e scattante e non scalda mai.

Android è aggiornato alla versione 10.0 con piccole personalizzazioni da parte di Sony, poco invadenti per un software molto pulito, privo di bloatware e vicino ad Android Stock.

Batteria da 4.000 mAh che ci portano tranquillamente a sera con 4/5 ore di schermo acceso, supporta la ricarica rapida a 18W e la ricarica Wireless a 11 W.

Supporta solo una singola Sim e, nonostante la presenza della connettività a 5G (solo NSA), abbiamo rilevato una ricezione sottotono, nonostante questo l’audio in chiamata è buono grazie ad un’adeguata cancellazione del rumore di fondo.

Presente il Jack da 3,5 mm e l’audio è stereo, di buona qualità, anche se non particolarmente potente.

Fotocamere

Sulle foto degli smartphone Sony si dice la stessa cosa da anni: prode i sensori per molte fotocamere dei top di gamma, eppure non riesce ad ottimizzare bene ciò che produce per i propri dispositivi (in realtà qui il Teleobiettivo è opera di Samsung). In questo caso abbiamo tre sensori da 12 MP con lenti firmate Zeiss: il principale f/1.7 con lunghezza focale da 24 mm, la grandangolare f/2.2 da 16 mm e il teleobiettivo da 70 mm apertura f/2.4. La camera principale e la tele hanno la stabilizzazione ottica. Presente anche il sensore ToF.

Sempre comodo il tasto fisico per scattare le fotografie.

La modalità notte ed i ritratti purtroppo sono abbastanza deludenti:la prima non è efficace quanto quella dei migliori cameraphone e la modalità ritratto usa l’ottica principale da 24 mm, controcorrente rispetto ai competitor, che di solito danno questo compito ai Teleobbiettivi con maggior lunghezza focale.

Lo zoom non passa in automatico da un’ottica all’altra, scegliendo la miglior lunghezza focale,ma ogni obiettivo presenta uno zoom digitale fino a 3x.

La fotocamera anteriore da 8MP  f/2.0 regala invece selfie abbastanza validi.

Validi i video,fino a 4K, ben stabilizzati, a fuoco e registrano bene l’audio.
Complicata anche qui la scelta tra App di base o la versione Pro, non tutte le funzioni si trovano nella base(come avviene per le foto), per i 60 fps in 4K dovrete per forza
usare l’applicazione professionale. Una complicazione abbastanza inutile la scelta della doppia app da parte di Sony.

Conclusioni

Sony deve lavorare meglio sul software dedicato alle fotocamere, la duplice app è una scelta davvero poco user friendly e anche la scelta delle ottiche è controtendenza. Un display a 60 Hz è anacronistico nel 2020 per un dispositivo che costa più di mille euro. Resta un dispositivo ben realizzato nei materiali e con Hardware al Top.

Sony Xperia 1 Mark II

1.199
8

Design

9.0/10

Prestazioni

8.5/10

Materiali

8.5/10

Batteria

8.0/10

Prezzo

6.0/10

Pro

  • Design Iconico
  • Qualità costruttiva

Contro

  • Prezzo
  • Display 60 Hz
  • App fotocamere