truffe

Ci sono state nuove segnalazioni per quanto riguarda tentativi di truffa. Le e-mail in questione sarebbero riconducibili all’Agenzia delle Entrate. I messaggi riporterebbero in oggetto la dicitura: “L’ufficio delle imposte d’Italia ti avvisa del debito”, invitando l’utente a cliccare su un link per visualizzare il procedimento a proprio carico.

 

Le dichiarazioni dell’Agenzia delle Entrate

L’agenzia delle entrate ha emesso un comunicato sul proprio sito nel quale invita gli utenti a diffidare di e-mail provenienti da soggetti sconosciuti. Fornisce inoltre alcuni consigli in merito: evitare di aprire link o allegati di mail di questo tipo. Lo scopo è sempre quello di far leva sulla curiosità o sull’agitazione dell’utente, che spaesato o colpito improvvisamente da una notizia allarmante o minacciosa risponde immediatamente, fornendo informazioni e dati personali ai truffatori. Inoltre, l’Agenzia ricorda che comunicazioni di questo tipo non vengono mai inviate tramite e-mail o tramite sms. In nessun caso verrà mai richiesto di fornire informazioni personali per via telematica, quindi diffidate da qualsiasi tentativo di truffa di questo tipo. L’unica modalità per fornire dati in sicurezza è tramite il Cassetto Fiscale, accessibile esclusivamente attraverso la propria area riservata nel sito dell’Agenzia delle Entrate.

Questi suggerimenti valgono per questo caso, così come per tutti gli altri tentativi di phising, smishing o vishing. Basta ricordarsi di non fornire mai informazioni personali e dati di accesso a piattaforme di alcun tipo, né per via telefonica, né per via telematica per alcun motivo. Le comunicazioni importanti avverranno per mezzo posta o nelle aree riservate delle rispettive organizzazioni.