TelegramTelegram non fa sicuramente gli stessi numeri di WhatsApp ma con il nuovo aggiornamento le cose si mettono male per Facebook e la sua creazione. A sette anni di distanza la popolarità della proposta made by Pavel Durov vale 400 milioni di utenti destinati a crescere in numero dopo il rilascio del nuovo strumento di comunicazione che tutti stavano aspettando. Dopo bot, supergruppi e canali sono arrivate le video chiamate. Ecco come si usano e cosa offrono.

 

Video chiamate Telegram: molti potrebbero avere un nuovo motivo per lasciare WhatsApp

Una delle mancanze contestate a Telegram erano le video chiamate. Abbiamo usato il passato poiché la situazione è recentemente cambiata con il rollout della funzione in versione alpha. Si concede il lusso i poter gestire il contatto video protetto ed interattivo.

Forte della crittografia punto-punto, infatti, ogni stream audio e video è messo in sicurezza da un algoritmo che rende irrintracciabili le comunicazioni. La webcam si può accendere e spegnere in qualsiasi momento mentre si continuano a gestire i messaggi grazie alla modalità picture-in-picture che introduce il multi-tasking.

Per confermare la connessione si usa il confronto delle quattro emoji che vengono mostrate sul tuo schermo e quello dell’altro utente.

“Le nostre app per Android e iOS hanno build riproducibili, quindi chiunque può verificare la crittografia e confermare che la propria app utilizza lo stesso esatto codice open source che pubblichiamo ad ogni aggiornamento”.

In futuro sarà possibile gestire anche le video chiamate di gruppo. La nuova funzione Telegram giungerà, come concordato, nei prossimi mesi.