hyperloop

Si chiamerà Hyperloop e rappresenterà una rivoluzione per il concept dei trasporti su “rotaia” (per così dire). Si tratta di un treno a levitazione magnetica capace di autoalimentarsi, rispettare l’ambiente e raggiungere velocità supersoniche: nulla che non sia alla portata di un genio visionario quale Elon Musk riconferma di essere ogni giorno.

Abituato ormai a sfidare i limiti e i preconcetti del nostro tempo e proiettarsi nel futuro, il tech tycoon ha inventato un nuovo format per questo mezzo pubblico estremamente utilizzato via terra, riconvertendolo per adattarlo alle esigenze ventunesimo secolo.

Tutto ciò che potrebbe servire in prospettiva futura, questo treno ne è dotato: efficienza, comodità, rapidità; tutte caratteristiche che lo rendono perfettamente confacente alle necessità dei cittadini del futuro.

Il tutto condito dal bassissimo impatto ambientale della sua tecnologia: il futuro dei mezzi pubblici per i grandi spostamenti può senza dubbio partire da qui.

Hyperloop, Italia inclusa nelle sperimentazioni: ecco il piano

Il Bel Paese è inoltre stato scelto da Musk per fondare una delle basi di sviluppo dei nuovi mezzi. Evidentemente la volontà, più volte riaffermata anche in questi mesi, di investire su tecnologie compatibili con l’ambiente e con gli ecosistemi del nostro Paese ha fatto da calamita nell’attrarre l’attenzione degli americani, che hanno deciso di esportare la tecnologia di Hyperloop anche qui.

Una scelta strategica che in breve tempo offrirà al nostro territorio la possibilità di sfrecciare sui binari – in questo caso virtuali – del futuro, guidati da chi è ancora capace di credere nelle immani potenzialità della mente, della tecnologia e della fantasia.